Passenger Clearance Building, Hong Kong, (RSHP + Aedas, 2018)

Il Passenger Clerance Building è un edificio realizzato su un’isola artificiale di 150 ettari, esso è il nuovo punto di attraversamento del confine tra Hong Kong, Zhuhai e Macao. L’edificio coglie l’occasione di dare a Hong Kong una “porta d’ingresso” architettonica che celebra il viaggio e si affaccia sull’acqua e sulle colline circostanti, paesaggio che è stato d’ispirazione per la realizzazione della copertura. Il PCB è considerato un edificio ponte che favorirà il flusso di persone, merci, capitali e informazioni e migliorerà la connettività complessiva della Greater Bay Area che con questo nuovo insediamento si connette in maniera migliore ad Hong Kong. Andando ad analizzare l’edificio le chiavi di lettura di questo sono:

Shape

La forma di questo edificio, della copertura in particolare, è il primo elemento al quale si fa caso osservando l’architettura. La forma ondulata e modulare è ciò che caratterizza al meglio il Passenger Clerance Building, ne definisce i confini e è un elemento di connessione con il territorio locale, le onde difatti riprendono sia l’acqua che lo sfondo collinare circostante. Quindi possiamo dire che la forma è l’elemento preponderante dell’architettura, il più importante e al quale è stata data la maggiore attenzione.

Discretize

Il concetto di discretize è un concetto velato all’interno del progetto, celato nei dettagli della costruzione e della composizione della copertura. Possiamo dire che questo concetto è applicabile ad una duplice scala: una prima scala urbana, nell’accostamento delle “onde” esternamente, ma anche ad una scala architettonica, nella struttura interna della copertura. Per quanto riguarda la scala urbana vediamo come le diverse onde, accostate ma mai attaccate, mostrino la modularità di questa soluzione, dei moduli in sequenza che da lontano risultano come un’insieme, che riprende la natura dello spazio circostante. Invece per la scala architettonica vediamo come l’interno della copertura sia costituito da una serie di lamelle lignee, ben distinte e separate in modo tale che la luce possa penetrare all’interno dello spazio, lamelle che in prospettiva risultano come un unica superficie.

EMERGING

Il risultato ottenuto dai progettisti con questo edificio è un un’unione di diversi elementi che non avrebbero lo stesso carattere, la stessa forza se fossero presi singolarmente. Abbiamo passerelle, vasche d’acqua, blocchi vetrati, pensiline e ancora i banconi, la copertura, i pilastri strutturali ramificati e pareti trasparenti. Un insieme di elementi che sono stati accostati in maniera magistrale, a regola d’arte e che restituiscono un edificio complesso e articolato nonostante sia composto da elementi semplici e comuni. Abbiamo qui un perfetto mix funzionale e mix compositivo che restituisce una complessità che si basa e sviluppa sull’accostamento di parti, sulla loro sovrapposizione e accavallamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: